Navigate / search

Convegno di Gestalt – Lisbona 18-19 Ottobre

Schermata 2013-04-10 alle 16.22.34

I CONGRESSO DI TERAPIA GESTALT A LISBONA – OTTOBRE 2013

“La Gestalt come pratica di creatività – dagli eteronimi di Fernando Pessoa al conflitto interno”

La Società Luso-Spagnola di psicoterapia della Gestalt (SLEPG) è in procinto di realizzare il primo Congresso di Gestalt in Portogallo, che avrà luogo nei giorni 18 e 19 Ottobre 2013 a Lisbona, come forma di celebrazione dei suoi 10 anni di attività in formazione di psicoterapeuti e counsellors della Gestalt, in partenariato con l’Istituto di Psicoterapia Gestalt di Madrid (IPG) e l’Istituto Gestalt di Firenze (IGF).

Leggi tutto

Culture sciamaniche e culture astronomiche

di G. Paolo Quattrini
Direttore Istituto Gestalt Firenze – sede di Firenze

Pubblicato su Formazione IN Psicoterapia Counselling Fenomenologia, n°4 novembre – dicembre 2004, pagg. 2-7, Roma

Come la psicologia è, secondo l’espressione di Kohut, un campo determinato dall’empatia, la psicoterapia è un campo determinato dal libero arbitrio: nessun senso infatti potrebbe avere lavorare sul rapporto con se stessi se questo non potesse cambiare in base alle proprie scelte, e se queste per qualunque ragione non potessero essere libere.
Una scelta, in quanto occasione di scegliere, è per sua natura libera, in caso contrario non sarebbe una scelta anche se formalmente ne presentasse le apparenze: scelta implica la concreta capacità di scegliere, non quella solo potenziale.
La libertà umana non necessita l’assoluto: poter scegliere fra due opzioni è già una scelta vera e propria.
Leggi tutto

La vita delle forme

Di G. Paolo Quattrini

ARCHI

Realizzare le forme che ci si vuole vedere intorno. Un architetto dovrebbe progettare immaginando di abitare nell’edificio, e dovrebbe farsi guidare da cosa prova nei confronti di quello che vede intorno a sé: ugualmente, uno psicoterapeuta dovrebbe immaginare come si trasforma il paziente e dovrebbe indirizzare l’intervento verso cosa vorrebbe che lui facesse per diventare una persona interessante. Rendere interessante il paziente dovrebbe essere insomma il suo target, perdonando questa espressione approssimativa che non è confacente alla teoria paradossale del cambiamento, secondo la quale per cambiare basta accorgersi di quello che c’è.
Leggi tutto

Mr N – Rodmilla e l’empatia

Mr N - Il Fumetto
Mr N – Il Fumetto

Un divertissement, originariamente… Un esperimento didattico in cui G. Paolo Quattrini tenta di aprire il racconto e il viaggio della psicoterapia a un linguaggio diverso. Una prima seduta in cui il terapeuta e il paziente si incontrano da sconosciuti, ma entrambi hanno uno scopo celato. Le immagini percorrono questo incontro, seguendo artisticamente l’incommensurabile e indefinito scambio esistenziale tra due individui. Illustrato magnificamente da Mirko Filippi.

Leggilo tutto qui

Buona lettura!

La supervisione nella Psicoterapia della Gestalt

28/05/2012 – La formazione dello psicologo/psicoterapeuta si fonda su tre fattori essenziali: l’apprendimento teorico, il processo di formazione personale e la supervisione.
Il modo di combinare tra loro questi fattori porta a differenziare due modalità formative diverse, da una parte quella esperienziale (s’impara intraprendendo un percorso di terapia personale e sperimentandosi nell’offrire sostegno prima ai colleghi della formazione e poi alle persone che lo richiedono mentre si è seguiti in supervisione); dall’altra l’apprendimento teorico, intellettuale o discorsivo, fondato sul leggere, studiare, riflettere e confrontarsi su temi quali diagnosi, modalità di intervento, fondamenti della relazione psicologico-psicoterapeutica e così via.