Navigate / search

LA VIA DELLA VOCE/ Eros come daimon della voce

9 luglio 2020

con Valentina Barlacchi – psicologa, psicoterapeuta della Gestalt

Per svestirsi e rivestirsi di abiti nuovi e nuovi suoni
per tessere giorno per giorno trame sonore su misura:
con piedi, ali, mani,
i sensi tutti,
capaci di accompagnarci verso piccole o grandi trasformazioni.

 

 

Spesso con il nostro parlare, pensare, muoverci ci cuciamo addosso un abito sonoro, una postura sonora, che ci avvolge e diventa stretta come spire che tolgono l’aria e ci paralizzano in forme date che scambiamo per Io.
Io è processo non forma data…possiamo cambiare!

Non ci accorgiamo che l’abito-habitus lo creiamo noi stessi e poi lo scambiamo per la nostra pelle. Ma anche la pelle vuole ciclicamente mutare e cambia… completamente.
L’habitus è abitudine, così come il nostro suono segue vecchie tradizioni a esprimerci in un modo che perpetua antiche vedute di orizzonti.
Eros nella vita, come daimon della voce, porta la freschezza di esistere nel qui e ora in modo nuovo, unico e inaspettato. Eros porta lo spiazzamento della primavera in ogni giorno dell’anno, anche in quello più buio.

L’incontro esperienziale, gratuito e aperto a tutti, utilizzerà la piattaforma ZOOM

Partecipazione all’incontro in presenza, in spazio aperto, per un numero limitato di iscritti.
Chi vuole partecipare, può prenotarsi scrivendo a segreteriagestaltfirenze@gmail.com e ricevere le credenziali di accesso.

Sul canale Youtube IGF sono disponibili le registrazioni delle introduzioni agli incontri esperienziali del 23 aprile, del 30 aprile, del 14 maggio, del 28 maggio e del 25 giugno

CONSAPEVOLEZZA, CONTATTO E MEDITAZIONE NELLA PSICOTERAPIA DELLA GESTALT

8 luglio 2020 – ore 18.30

Shobha Arturi – medico, psicoterapeuta, docente Istituto Gestalt Firenze

OPEN DAY della Scuola di specializzazione quadriennale in Psicoterapia della Gestalt ad orientamento fenomenologico-esistenziale

La psicoterapia della Gestalt aiuta a migliorare la qualità della vita delle persone che vi si rivolgono sia come pazienti che come terapeuti. Impossibile aiutare altri a fare qualcosa che non si è fatto per sé. Lavoriamo quindi a migliorare la qualità della vita, nel concreto di ciò vuol dire per ciascuno: nel mondo del lavoro, delle relazioni, degli interessi e divertimenti. Per far questo cominciamo da dove siamo: nell’incontro e nella relazione fra chi aiuta e chi è aiutato, fra terapeuta e paziente.  La relazione terapeutica è palestra: terreno di esperienze ed esperimenti, in cui inaugurare nuove possibilità di conoscenza di sé e di relazione e scambio col mondo al fuori di sé.

La seduta di psicoterapia è un luogo e un tempo in cui finalmente fare attenzione e prendere consapevolezza di se stessi e dell’altro, con una lentezza, che spesso è bandita dalla nostra quotidianità, con il gusto della scoperta, e su un terreno sicuro, perché sperimentale. E’ un luogo e un tempo in cui coltivare un’intimità con se stesso e con l’altro, tale da permettere di conoscerci e riconoscerci nella nostra molteplicità, ma anche con una distanza che sola dà rispetto.

Diventiamo consapevoli di gesti e comportamenti così automatici da sembrarci spontanei ma che spesso ci portano a vivere vite insoddisfatte. Diventiamo consapevoli della ricca molteplicità dei desideri che ci abitano, per poter scegliere, oltre alle abitudini e agli automatismi.

Diventiamo consapevoli di dove la nostra vita potrebbe dirigersi, ampliando la possibilità di nuovi orizzonti per i nostri desideri e per le nostre scelte.

L’attenzione, il contatto, la consapevolezza di ciò che sentiamo e vogliamo, il ritmo e le pause, il sospendere il giudizio e lasciare emergere ciò che c’è, lo stare in presenza, l’accorgersi di sé, dell’altro da sé, del mondo… tutto ciò avvicina una seduta di psicoterapia a una pratica meditativa.

L’incontro, gratuito e aperto a tutti, utilizzerà la piattaforma ZOOM.

Chi vuole partecipare, può prenotarsi scrivendo a segreteriagestaltfirenze@gmail.com e ricevere le credenziali di accesso.

Puoi guardare le registrazioni degli altri Open Day di giugno sul canale Youtube IGF, playlist “Incontri gratuiti di sensibilizzazione”.

LA VIA DELLA VOCE/ Il silenzio delle sirene

25 giugno 2020

con Valentina Barlacchi – psicologa, psicoterapeuta della Gestalt

Quali sirene incontriamo nel viaggio? Cantano? E che cantano?

Il nostro corpo a volte è un terreno dimenticato, non sufficientemente curato e giocato, dato in pasto ai brusii che ci disturbano. Ci distolgono da ciò che sarebbe importante ascoltare: la nostra musica che si irradia.

Spesso, come sedotti da un incantamento, ci smarriamo e ci confondiamo in un modo che non aiuta a fidarci del nostro suono. La tentazione delle sirene è sempre forte se non torniamo a casa, al nostro corpo-strumento che permette alla voce di attraversarci in ogni cellula, e di veleggiare con piacere sulle ali del respiro. Quando ci abitiamo e giochiamo, il nostro canto vive e fiorisce, ché le sirene cantino oppure no.

 

L’incontro utilizzerà la piattaforma ZOOM
Chi vuole partecipare, può prenotarsi scrivendo a segreteriagestaltfirenze@gmail.com e ricevere le credenziali di accesso.

Sul canale Youtube IGF sono disponibili le registrazioni delle introduzioni agli incontri esperienziali del 23 aprile, del 30 aprile, del 14 maggio e del 28 maggio

 

 

 

GESTALTISTI SI NASCE O SI DIVENTA?

24 giugno 2020

con Anna Rita Ravenna – psicologa, psicoterapeuta della Gestalt, didatta supervisore dell’Istituto Gestalt Firenze

OPEN DAY della Scuola di specializzazione quadriennale in Psicoterapia della Gestalt ad orientamento fenomenologico-esistenziale

Sono diventata gestaltista e mi c’è voluto tanto!

Speravate che fosse congenito, biologico o ereditario?
E invece no!
Il percorso è lungo, impegnativo e ha come risvolto la possibilità di vivere nella realtà anziché nelle favole e di sentire il peso della responsabilità accompagnato dal piacere di vivere una vita unica e irripetibile creata con le nostre proprie mani che manipolano opportunità, gioie e dolori che la vita distribuisce alla cieca. Ultima terribile notizia è un divenire che dura tutta la vita.

 

L’incontro utilizzerà la piattaforma ZOOM
Chi vuole partecipare, può prenotarsi scrivendo a segreteriagestaltfirenze@gmail.com e ricevere le credenziali di accesso.

MEDITAZIONE IN MOVIMENTO/ Vento di libertà

18 giugno 2020

con Shobha Arturi – medico, psicoterapeuta della Gestalt

Sentire il vento e come soffia, seguirlo, farsi guidare.

Non più opporsi, fluire, sentirsi liberi mentre si cede e ci si arrende a qualcosa di più vasto che ci porta.

Scegliere per una volta di lasciarsi andare, liberi da se stessi.

 

 

L’incontro utilizzerà la piattaforma ZOOM
Chi vuole partecipare, può prenotarsi scrivendo a segreteriagestaltfirenze@gmail.com e ricevere le credenziali di accesso.

Sul canale Youtube IGF sono disponibili le registrazioni delle introduzioni agli incontri con Shobha Arturi del 7 maggio, del 21 maggio e del 4 giugno

GESTALT E MEDITAZIONE/ Pratiche di Mindfulness sul qui e ora

Ultimi incontri di meditazione online con Pierluca Santoro. Gestalt e Meditazione continuerà durante l’estate con eventi spot.

Lunedì 15 giugno 2020 – ore 18.00, ultimo incontro programmato

Il Satipaṭṭhāna sutta, il celebre discorso del Buddha sui quattro fondamenti della presenza mentale o consapevolezza, è alla base della pratica meditativa, la cosiddetta Mindfulness, che sta rivelando potenzialità applicative sorprendentemente vaste ai problemi della vita contemporanea.
Spesso si sceglie di non tradurre il termine inglese mindfulness (a sua volta derivato dall’originario termine sati in lingua pali) per non generare equivoci o fraintendimenti.
Le traduzioni più immediate, ossia “consapevolezza, attenzione, attenzione sollecita, presenza mentale, piena presenza”, rischiano infatti di dare il via ad una serie di associazioni semantiche svianti e non esaustive.
Sintetizzando all’estremo, potremmo dire che è la ricerca di uno stato mentale non concettuale, non-discorsivo, non-linguistico, e che soprattutto può portare alla comprensione profonda del funzionamento della propria mente attraverso nuove chiare percezioni di se stessi (In-sight meditation, altra traduzione di Vi-passana).
Questo stato può essere coltivato e stabilizzato attraverso particolari pratiche ed esperienze. Un modo di essere che ci offre quel luogo di sicurezza e pace (una base sicura) innata nella nostra naturale costituzione.

Per partecipare alla meditazione:
https://zoom.us/j/3286633160?pwd=bGxEajFNbkhHdEg5YWZUak55TFNIQT09

Meeting ID: 328 663 3160
Password: meditazion

Collegamento ore 17.30 Inizio pratica ore 18.00

LE LEGGI INELUDIBILI DELLA VITA

15 giugno 2020 – ore 18.00

G. Paolo Quattrini – direttore scientifico Istituto Gestalt Firenze

OPEN DAY della Scuola di specializzazione quadriennale in Psicoterapia della Gestalt ad orientamento fenomenologico-esistenziale

Ci sono leggi che si possono aggirare con escamotages di vari tipi, e queste sono quelle di competenza degli imbroglioni, ma ce ne sono altre che non si possono eludere, e allora non rispettarle diventa un disastro per chi lo fa. Una è il metabolismo, l’altra è la trasmissione del sostegno.

Il metabolismo si condensa in una affermazione, tanto esce quanto entra, che è evidente nel caso della singola cellula: se entra più di quello che esce la cellula scoppia, e se esce più di quanto entra si raggrinzisce.

La trasmissione del sostegno è quella che fa si che le colonne sostengano il tetto: se non sono abbastanza grandi il tetto crolla.

L’incontro, gratuito e aperto a tutti, utilizzerà la piattaforma ZOOM
Chi vuole partecipare, può prenotarsi scrivendo a segreteriagestaltfirenze@gmail.com e ricevere le credenziali di accesso.

Sul canale Youtube IGF sono disponibili le registrazioni di altri incontri di Paolo Quattrini e altri psicoterapeuti dell’Istituto Gestalt Firenze

MEDITAZIONE IN MOVIMENTO/ Fare silenzio

4 giugno 2020

con Shobha Arturi – medico, psicoterapeuta della Gestalt

Forse per alcuni di noi in questo strano frangente del lockdown è emersa la percezione del silenzio, in strade piazze e campagne deserte. Per altri invece è emerso il bisogno di trovare in case affollate angoli in cui il silenzio fosse possibile. Forse per alcuni le pause si sono imposte generose e improvvise a intralciare l’affannarsi e il rincorrere il tempo, provocando con una certa vertigine a vivere il momento presente, con attenzione e pienezza. La musica, le pause e il silenzio. Il silenzio e la semplicità di un gesto poetico e sospeso. Forse possiamo ritrovare il gusto di stare presenti, semplicemente.

 

L’incontro utilizzerà la piattaforma ZOOM
Chi vuole partecipare, può prenotarsi scrivendo a segreteriagestaltfirenze@gmail.com e ricevere le credenziali di accesso.

 

Sul canale Youtube IGF sono disponibili le registrazioni delle introduzioni agli incontri con Shobha Arturi del 7 maggio e del 21 maggio

LA VIA DELLA VOCE/ Emozioni e suono tra blocco e flusso

28 maggio 2020

con Valentina Barlacchi – psicologa, psicoterapeuta della Gestalt

Il nostro suonare e risuonare nel mondo risente delle tensioni accumulate nel corpo e nella mente. La voce vibra delle nostre stesse emozioni, bloccandosi e fluendo tra sospensioni e appoggi emotivi e muscolari.

Possiamo considerare che gli stessi atti di stare in piedi, respirare e emettere la voce, avvengono grazie a una ritmica alternanza di oscillazioni muscolari che continuamente e con ritmo, trattengono contraendosi e lasciano andare rilassandosi.

Trattenere lasciare andare può diventare la pulsazione interna della nostra vita, in continuo movimento consapevole, come andare in bicicletta e con la voce può diventare un canto che si muove tra ciò che prende forma e ciò che perde forma, cantando con e non contro ciò che sentiamo nel corpo e nelle emozioni.

L’incontro utilizzerà la piattaforma ZOOM
Chi vuole partecipare, può prenotarsi scrivendo a segreteriagestaltfirenze@gmail.com e ricevere le credenziali di accesso.

Sul canale Youtube IGF sono disponibili le registrazioni delle introduzioni agli incontri La via della voce/ con Valentina Barlacchi:

Emozioni e suono tra blocco e flusso

Luci e ombre in-canto

Lo spazio tra suono e suono

Respiro, attenzione, immaginazione 

TEORIA E PRATICA DELL’INTEGRAZIONE TRA MINDFULNESS E GESTALT

20 maggio 2020 – ore 18.00

Condotto da Pierluca Santoro – Psicoterapeuta della Gestalt e Istruttore Mindfulness

Le pratiche di consapevolezza gratuite proseguono ogni lunedì, mercoledì e venerdì su Zoom

Il Satipaṭṭhāna sutta, il celebre discorso del Buddha sui quattro fondamenti della presenza mentale o consapevolezza, è alla base della pratica meditativa, la cosiddetta Mindfulness, che sta rivelando potenzialità applicative sorprendentemente vaste ai problemi della vita contemporanea.
Spesso si sceglie di non tradurre il termine inglese mindfulness (a sua volta derivato dall’originario termine sati in lingua pali) per non generare equivoci o fraintendimenti.
Le traduzioni più immediate, ossia “consapevolezza, attenzione, attenzione sollecita, presenza mentale, piena presenza”, rischiano infatti di dare il via ad una serie di associazioni semantiche svianti e non esaustive.
Sintetizzando all’estremo, potremmo dire che è la ricerca di uno stato mentale non concettuale, non-discorsivo, non-linguistico, e che soprattutto può portare alla comprensione profonda del funzionamento della propria mente attraverso nuove chiare percezioni di se stessi (In-sight meditation, altra traduzione di Vi-passana).
Questo stato può essere coltivato e stabilizzato attraverso particolari pratiche ed esperienze. Un modo di essere che ci offre quel luogo di sicurezza e pace (una base sicura) innata nella nostra naturale costituzione.

Per partecipare all’introduzione di mercoledì e a tutti gli incontri settimanali:
Collegamento dalle 17.30. Inizio pratica ore 18.00.