Navigate / search

Arte come linguaggio

Dalla grammatica dell’immagine alla pittura

Seminario esperienziale con Gianni Capitani

Artista – Gestalt Counsellor – Direttore Istituto Fenix (Mexico)

9-10-11 Giugno

dalle 14 del venerdì alle 18 della domenica

Leggi tutto

DANZARE forse MEDITARE

Venerdì 5 maggio 2017 (ore 21.00)

con
SHOBHA ARTURI
psicoterapeuta della gestalt

Danzare per questa sera è un invito al contatto e all’espressione del proprio mondo interno, un modo per lasciar fluire il piacere del proprio corpo in movimento, fino ad arrivare a spazi di profonda accettazione e rilassamento … danzare forse meditare
Questo è l’inizio di una serie di incontri che hanno come tema le tecniche di meditazione di diverse tradizioni, il corpo, i sensi, la consapevolezza di sé e la relazione col mondo interno ed esterno.
Meditazione è piacere di dedicare a se stessi un bene prezioso: il tempo, un istante, un respiro…è spazio ampio, accogliente e calmo sguardo sulla vita, inclusione degli opposti, vuoto fertile da cui nasce l’invenzione e la creatività.
Costo della serata 15 €
È necessario prenotare per partecipare: 3402298544
La serata si svolgerà alla
Sede IGF – Fondo Arti e Gestalt
via del Guarlone, 69 – FIRENZE

Prenotati!

 

Validazione

COSTELLAZIONI FAMILIARI FENOMENOLOGICHE

FIRENZE Sede IGF – Fondo Arti e Gestalt
25-26 gennaio 2020

con SHOBHA ARTURI

Scelta o destino?
A volte capita di interrogarsi su alcune ripetizioni che nella vita sembrano tenerci prigionieri di situazioni o relazioni. Sembra allora che la sorte o il destino si accanisca su di noi. Ma cosa è sorte e cosa è destino? Dove e come possiamo scegliere vie nuove e non ripetitive? La psicoterapia della Gestalt parla di situazioni inconcluse che spingono a una propria conclusione e finitezza. È un’esperienza comune che, se abbiamo qualcosa in sospeso, parte della nostra energia mentale ed emotiva rimane incagliata e non a disposizione, fino a che risolviamo il sospeso. Le ripetizioni, secondo questa visione, sarebbero un tentativo di risoluzione e chiusura, un’occasione e un tentativo di passare oltre. Ciò che impedisce il fluire è spesso collegato a un’esperienza passata in cui è stato pericoloso o sconveniente esprimere o sentire un’emozione verso qualcuno. Sono esperienze delle prime relazioni affettive, quelle familiari, di cui a volte ricordiamo poco. In psicoterapia si lavora per riportare al passato il passato e per lasciare nuove energie per il presente e il futuro. Le Costellazioni familiari fenomenologiche sono un valido strumento di comprensione di come le relazioni si formino e cristallizzino su episodi, traumi, mandati più o meno impliciti, segreti che possono coinvolgere più generazioni e che si tramandano così da sembrare un destino.
È un lavoro intenso e delicato, personale e individuale, che si avvale della presenza del gruppo che sostiene. Un lavoro che ci mette in un contatto sincero e onesto con noi stessi e con l’umanità che cerca in noi – come negli altri – qualcosa di meglio nella vita e nello stare insieme.
Shobha G.Arturi laureata in Medicina e chirurgia, specializzata in Agopuntura e Psicoterapia della Gestalt. Formata in Costellazioni Familiari, Danza Terapia e come conduttrice di tecniche di meditazione. Docente presso l’Istituto Gestalt di Firenze, l’Istituto Gestalt Romagna e la Scuola di Counselling a Mediazione Artistica Azioni e Contaminazioni di Firenze.
I posti sono limitati, occorre prenotare. Tel 3402298544

Shobha Arturi, laureata in medicina e chirurgia, specializzata in Agopuntura e psicoterapia della Gestalt. Formata in Costellazioni Familiari, Danza Terapia e come conduttrice in tecniche di meditazione. Docente presso l’Istituto Gestalt di Firenze, L’Istituto Gestalt Romagna, e la Scuola di Counselling a Mediazione Artistica Azioni e Contaminazioni di Firenze.

 

Prenotati!

 

Validazione

L’Io e la trascendenza – WorkShop con Paolo Quattrini

Quando pronunciamo la parola “Io” implicitamente delimitiamo un confine tra ciò che è “Io” e ciò che è “non Io” . E’ proprio all’interno di questo confine che noi ci definiamo e ci strutturiamo potendoci così muovere nel mondo in modo sufficientemente sicuro.

Tuttavia il confine così come permette qualcosa impedisce qualcos’altro e, con il tempo, il suo contorno tende ad irrigidirsi rendendoci via via più convinti che si tratti di qualcosa di definito e definitivo. Questo arroccamento chiude il mondo delle possibilità e produce modi di vivere reiterativi e poco soddisfacenti.

Trascendere l’Io significa spingersi oltre la zona di comfort nella quale ci identifichiamo e poter sperimentare per via esperienziale come nuove possibilità di comportamento permettano l’accesso a nuovi mondi relazionali che prima non erano immaginabili.

Attraverso questo “sconfinamento” avviene una ridefinizione dei propri confini che si fanno via via più comodi e fluidi permettendo di far fronte in modo creativo alle diverse situazioni che l’ambiente ci mette di fronte.
Così l’Io, da istanza cristallizzata, si può riappropriare della sua natura processuale e l’esistere può trasformarsi da atto reiterativo ad atto creativo.

Conduce : Paolo Quattrini psicologo, psicoterapeuta, didatta e direttore dell’Istituto Gestalt Firenze

Presso “Casa La Rocca”, via della Rocca 10, 55045 Pietrasanta (LU)

Costi :
per gli associati 130 euro
per i non associati 130 euro + 10 euro per tessera

Orari dalle ore 10,00 del sabato 1 aprile alle ore 18 di domenica 2 aprile

Evento promosso da Laboratorio Gestalt – Associazione di Promozione Sociale

Per info e prenotazioni

Luca Petrini 328 9659516 info@lucapetrini.it (prenotazione obbligatoria)

Un’immersione nell’universo della voce

Sabato 10 e domenica 11 Marzo 2018
(10.00-13.00/14.00-17.00)

Seminario con Claudia Bombardella

polistrumentista, cantante

 

Imparare a conoscere la propria voce è una grande occasione per avvicinarsi al mondo misterioso dell’essere umano, della sua capacità vibratoria e di risonanza con il mondo esterno.

La consapevolezza della propria voce dà la possibilità di ampliare la percezione di noi stessi attraverso un canale che va al di là del comune pensiero, consente di volgere lo sguardo oltre il piccolo spazio della nostra individualità e aprirci a una comprensione e una consapevolezza di sé e degli altri molto più ampie.

presso sede IGF, via del Guarlone 69 – Firenze

Per informazioni e prenotazioni:

valentina.barlacchi@gmail.com — 349.2394661

Prenotati!

 

Validazione

 

IL LAVORO CON I SOGNI E GLI INCUBI DI PILAR OCAMPO

Formazione professionale sul lavoro con i sogni e gli incubi di Pilar Ocampo.

Fondatrice del Centro Gestalt Oaxaca Mexico

​autrice del libro: Haz-Siendo Gestalt. Edit. Pax, México 2016.

WS_SOGNI_TOTAL_MAIL

Primo Livello 8 Aprile 2017: ​La proposta di lavoro con i simboli del sogno di Pilar Ocampo.

Condotto da: Diletta Saltara (psicoterapeuta della Gestalt)

e Pierluca Santoro (psicoterapeuta della Gestalt, Docente Istituto Gestalt Firenze)

Dal punto di vista della Gestalt, l’interpretazione dei simboli è considerata come un errore terapeutico, in quanto solo il paziente può decifrare i propri codici interni. Il terapeuta della Gestalt non interpreta, ma aiuta a recuperare il messaggio di ogni simbolo creato nel mondo del sognante.

Pilar Ocampo ha identificato diversi Tipi di simboli che si manifestano nei sogni e che ci permettono di comprendere meglio il mondo interno del sognante. Questi simboli condividono le caratteristiche relative alla forza dell’Io e alla struttura interna.

Imparare ad identificarli ci permette di aiutare il paziente e guidare il lavoro verso un porto sicuro, rafforzando e integrando il sognante.

In questo modulo andremo ad illustrare il modello teorico di lavoro con i sogni.

Metodologia: Teoria, video, dimostrazioni dal vivo e il lavoro di gruppo. Sono ammessi al ws solo professionisti della relazione d’aiuto. WS propedeutico al successivo.

Orari: Sabato 10.00-18.00

Costo primo modulo: 50 euro

 

Secondo Livello 19-20-21 Maggio 2017: Strumenti di base del lavoro con gli incubi a partire dalla gestione del materiale simbolico-esistenziale.

Condotto da: Pilar Ocampo

Gli incubi sono qui visti come​ una modalità​ di contatto con i nostri punti di forza interiore più che​ la minaccia che sembrano. ​Imparare​ a lavorare con ​gli incubi ​in psicoterapia è una grande opportunità per promuovere il recupero delle risorse​ personali del paziente​, esplorando il contenuto simbolico al di là di ciò che si manifesta.

Metodologia: Teoria, video, dimostrazioni dal vivo e il lavoro di gruppo. Sono ammessi al ws solo professionisti che abbiano già sperimentato il lavoro di Pilar Ocampo nel primo modulo o nel settembre 2016 a Firenze.

Orari: Venerdì 17.00-21.00

Sabato: 09.00-18.00

Domenica: 09.00-13.00

Costo secondo modulo: 160 euro

 

Costo intera formazione (primo e secondo livello):

– Con iscrizione e versamento di un acconto entro il 28 marzo 2017: 180 euro

 

La sede degli incontri è presso Koinè – Via Tigrè 77 – 00199 ROMA

Per informazioni e prenotazioni: info@koine-gestalt.it  e  3286633160

Prenotati!

 

Validazione

GLI STILI DI ATTACCAMENTO NELLA RELAZIONE D’AIUTO

WS_ATTACCAMENTO_MAIL

Workshop di formazione teorico-esperienziale e di crescita personale.
Conoscere sè stessi per incontrare l’altro nella relazione d’aiuto e nel counselling.

Se immaginiamo la relazione come un ponte fra due sponde possono venire alla mente varie tipologie di ponti e diversi modi di attraversarli. Gli stili di attaccamento hanno a che fare con queste differenti possibilità che tendono ad accompagnare ciascuno nel contatto con gli altri. L’incontro di formazione intende fornire uno spazio di consapevolezza rispetto al proprio stile, con un’attenzione al contatto con l’altro all’intenro della relazione d’aiuto, nell’ottica della Gestalt.

Conducono Federica Ferrari e Pierluca Santoro
Sabato 4 marzo dalle 15:00 alle 19:00
Domenica 5 marzo dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00
costo 100 €

E’ necessaria la prenotazione inviando una mail a info@koine-gestalt.it

Prenotati!

 

Validazione

SCOMPOSIZIONE E RICOMPOSIZIONE

FIRENZE – Venerdì, Sabato e Domenica 16-17-18 dicembre 2016

un’esperienza di lavoro tra arte e Gestalt
con
GIANNI CAPITANI
artista, counsellor, direttore dell’Istituto Fenix (Puebla, Messico)

Non ti preoccupare se non trovi qualcosa di nuovo,
cerca di ricomporre in modo diverso quello che c’é
Il cammino della creazione ha due direzioni differenti, dalle parti all’intero e dall’intero alle parti: le due strade si possono usare entrambe, però in generale la prima è quella tipica dell’arte e la seconda quella tipica della relazione d’aiuto. Sono diverse le aspettative: nell’arte, non avendo un punto d’arrivo obbligatorio, la persona cammina senza meta, lasciandosi sorprendere dagli incontri e componendo come un bambino nuovi insiemi di senso. Come in un pellegrinaggio la meta è indispensabile ma arbitraria, così ogni processo artistico è indirizzato a una meta arbitraria ma indispensabile. Essendo la meta arbitraria, non condiziona la funzione creativa. Nella relazione d’aiuto invece, la ricerca di uno specifico punto di arrivo, di una nuova Gestalt necessaria all’economia della vita della persona, chiama e limita il cammino per arrivarci.
Venerdì 16 (14.00-20.00) – Sabato 17 (10.00-19.00)
Domenica 18 (10.00-18.00)

Per informazioni e prenotazioni al workshop:
valentina.barlacchi@gmail.com – 349.2394661

Sede IGF – Fondo Arti e Gestalt
via del Guarlone, 69 – FIRENZE

Prenotati!

 

Validazione

Uno, nessuno, centomila. Mille modi per dare voce al mondo interno

per i mercoledi del Caffé letterario

vi aspettiamo venerdì 25 novembre.

L’incontro sarà condotto da Paolo Quattrini

dalle 19.00 alle 21.00 presso il Caffé letterario a Roma di via Ostiense 95.
A seguire ci sarà l’aperitivo cena.

Il comportamento è il ponte tra il mondo interiore e il mondo esterno, in quanto dà forma concreta alle emozioni della persona. Sarebbe però difficile mantenere un tessuto sociale se ognuno facesse semplicemente quello che vuole: per questo dall’inizio della storia è stata inventata la morale, quello che oggi si chiama il politicamente corretto, cioè le regole su quello che bisogna fare perché tutti possano sopravvivere nel contesto della moltitudine umana. Il politicamente corretto però serve per tutti ma non corrisponde a nessuno, e una alternativa importante è invece considerare il comportamento come un linguaggio che va imparato.
La partecipazione, che include l’aperitivo, è al costo di 15 euro.

Per informazioni e prenotazioni:

Vania Sessa
email: vaniasessa@gmail.com
tel: 349 60 55 426
Concetta Macrì
email: concetta.macri@gmail.com
tel: 347 69 87 679

GESTALT E SOGNI

 

kone_sogni_event_mail

Ritornano gli appuntamenti con i sogni presso Koiné!
Giovedì 24 novembre alle 19,00
Lunedì 5 dicembre alle 19,00
Lunedì12 dicembre alle 19,00
Conducono Diletta Saltara e Pierluca Santoro.

La Voce dei Miei Sogni:
Il sogno è visto come una rappresentazione dell’esistenza dell’individuo che permette, tramite il suo racconto, di far riaffiorare i messaggi che nella dimensione onirica mandiamo “da noi stessi a noi stessi”. Il laboratorio si svilupperà partendo dal racconto del sogno da parte dei partecipanti che successivamente darà vita sia alla rappresentazione/drammmatizzazione del sogno grazie all’aiuto del gruppo che al lavoro sui simboli del sogno secondo il modello di PIlar Ocampo.Un’occasione per scoprire e sperimentarsi in vesti nelle quali non siamo soliti immedesimarci.

I gruppi si attiveranno con un minimo di 6 partecipanti.
Per info e prenotazioni scrivere a : info@koine-gestalt.it
Vi aspettiamo!

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA, INGRESSO 20€ a incontro

Prenotati!

 

Validazione