Navigate / search

Il mestiere di amare – Costellazioni Familiari Fenomenologiche

Shobha Arturi

Firenze 6 ottobre 2018

 

“L’amore è diverso

da quello che credevo,

più vicino a un’ape operaia

a un tessitore

che a un acrobata ubriaco,

più simile a un mestiere

che a un sentire.”

Chandra Livia Candiani,

Fatti vivo, Einaudi

 

Stare insieme, tessere relazioni, è indispensabile a un vivere che abbia sapore, che non sia solo desolata landa di cose e sopravvivenza. E tutti sappiamo per esperienza come sia mestiere quotidiano e difficile.

Il lavoro con le Costellazioni familiari fenomenologiche ci aiuta a riconoscere le abitudini nel relazionarci che ci tengono legati e appartenenti al passato, con risentimento e pretesa o per fedeltà. Legami che si tramandano con i loro mandati e limiti per generazioni e che ci tengono avvinti quanto più li detestiamo o li disconosciamo. Scioglierli comincia da un comprendere, che non è intellettuale, ma esistenziale: un prendere insieme, un abbracciare e prendere in sé.

E’ un lavoro intenso e delicato, personale e individuale, che ci mette in un contatto sincero e onesto con noi stessi e con l’umanità che cerca in noi come negli altri qualcosa di meglio nella vita e nello stare insieme.

Shobha G.Arturi laureata in medicina e chirurgia, specializzata in Agopuntura e Psicoterapia della Gestalt. Formata in Costellazioni Familiari, Danza Terapia e come conduttrice di tecniche di meditazione. Docente presso l’Istituto Gestalt di Firenze, l’Istituto Gestalt Romagna e la Scuola di Counselling a Mediazione Artistica Azioni e Contaminazioni di Firenze.

I posti sono limitati, occorre prenotare. Tel 3402298544

 

V Congresso FEIG – INDIFFERENZA CREATIVA: INTENZIONE E VUOTO FERTILE

Sabato 22 e Domenica 23 Settembre 2018 – BIGALLO FIRENZE

Si svolgerà a Firenze, sulle colline intorno alla città,
dove saremo ospitati dall’Antico Spedale del Bigallo,
un antico edificio medioevale, dove già dal XII secolo i pellegrini viandanti sostavano.

Il convegno sarà un’occasione di sperimentazione, riflessione, esplorazione di temi tra la filosofia e la terapia della Gestalt, incontrando direttori di istituti di Psicoterapia e Counselling di Gestalt ad orientamento fenomenologico esistenziale.
L’evento è rivolto a tutti coloro che, per professione o per ricerca personale, siano interessati a esplorare la Fenomenologia e l’Esistenzialismo come prospettive di una migliore qualità dell’esistere nel mondo personale e professionale.
Le due giornate offriranno la possibilità di partecipare a workshop esperienziali e di confrontarsi tra partecipanti e conduttori, sulle scoperte, apprendimenti e sulle intenzioni alla base delle proposte.

Dice Nagarjuna …quelli che pensano che il mondo non è reale son come le vacche, e quelli che pensano che non lo è sono anche peggio!
…questo non spiega niente ma apre una porta: si sente che non è una scemenza, è una porta sull’ineffabile, che non può essere detto, ma può essere evocato.
Paolo Quattrini

La fede, in senso laico, forse è il coraggio di posare uno sguardo limpido sulla tragedia che la vita può diventare, se non si cerca niente tra le pieghe della normalità apparente.
L’asse dell’approccio fenomenologico-esistenziale si sostanzia nel perseguire il valore invece della coazione a ripetere: uscire dal destino, da quello che ci è toccato per carattere e per storia, per potersi muovere in un mondo più libero, pur dentro le limitazioni della condizione umana.
Una storia ha una prospettiva se si scopre che “non aveva importanza”, ma che allo stesso tempo “ne è valsa la pena”; è affascinante quando trascende se stessa, quando vanifica ciò che è successo e i protagonisti, nell’averla vissuta, scoprono qualcosa che trascende le sue premesse: nel caso di Ulisse l’aver conosciuto molte genti e le loro città.
Una particolarità nella pratica psicoterapeutica è che l’aiuto psicologico risulta particolarmente funzionale quando si accetta che ciò che dicono i pazienti è importantissimo e contemporaneamente senza nessuna importanza.

Finché si è vivi il cielo rimane ineffabile. Le persone si accompagnano al regno dei cieli (che non è sensorialmente desiderabile) in un processo che deve essere condiviso. Non si può spiegare e spiegarsi: se si intuisce di più dell’altro, quando lo si accompagna verso l’ineffabile si fa senza spiegazioni, con una mappa che non è all’insegna della logica aristotelica, ma piuttosto del paradosso.

Allora si potrebbe dire che il grande salto nel buio, quando si lavora con la terapia, stia proprio nell’aver fiducia o fede che noi e gli altri possiamo attingere, oltre al conosciuto del proprio recinto, ad un mondo interno capace di condurci verso un ignoto interessante, se abbiamo il coraggio di fare il tuffo.
Come ricercatori di questo spazio invisibile, ci vuole fede nell’esistenza di qualcosa che non si vede, che a volte si intuisce, per un entusiasmo che fa vibrare, ma spesso scompare senza lasciare traccia, solo aloni in controluce.

Come disse a suo tempo il povero Cristo a Maria Maddalena, non è la porta che importa, ma ciò che sta oltre la porta

Gli psicoterapeuti accompagnano le persone in posti che non conoscono, ma contemporaneamente è anche vero che li conoscono: come dice il Cristo gnostico, la verità è dentro di te, ascoltala, è una scintilla divina che deve essere liberata. Sono cose che inconsciamente ognuno sa, e anche sa come le sa, da dove gli vengono. Sono le parole con cui si dice l’ineffabile, che però rimane altro da qualsiasi parola: come in tutti processi di pellegrinaggio, non bisogna scambiare la meta con il percorso, è quest’ultimo che è importante. Possiamo andare verso la stella polare, ma non aspettarci di raggiungerla.

Un mondo senza pieghe implicava il tramonto dei tacchi a spillo, ma questi ultimi invece potevano benissimo calpestare l’ineffabile. Il vero problema era in realtà trovare la porta e attraversarla poi insieme ai suoi tacchi, e lei si mise subito alla ricerca
(Paolo Quattrini)

PRESIDENTE DEL CONVEGNO :
G. Paolo Quattrini – IGF Firenze Presidente FeiG
Comitato Scientifico:
G.P. Paolo Quattrini, Valentina Barlacchi, Alexander Lommatzch

ISTITUTI PROMOTORI :
Azioni e Contaminazioni – Valentina Barlacchi, Pierluca Santoro, Shobha Arturi – Firenze
Ferma-Mente – Stefano Pericoli – Tania Pacciani – Firenze, Cecina
Istituto Gestalt Firenze IGF – Anna Ravenna, G. Paolo Quattrini – Firenze
Istituto Miriam Polster – Alessandra Petrone, Stefania Pagni e Elisabetta Acomanni –  Firenze
Istituto Mercurius – Maria Grazia Ceparano – Firenze
Associazione Aletheia – Giuseppe Tomai- Firenze
Istituto Mille e una meta/Gestalt Viva – Francesca Belforte, Claudio Billi – Livorno
Istituto Gestalt Lucca-Arcobaleno – Emanuele Perelli, Silvia Cioni – Lucca
Associazione Morphè – Valentina Longhi, Francesca Annesini, Simona Giannotti – Livorno

ISTITUTI INVITATI:
Istituto Gestalt Bogotà (Jorge Villalonga)
Sociedade Luso Espaniola de Psicoterapia Gestalt (Macarena Diuana)

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
Azioni e Contaminazioni
Via del Guarlone, 67/A – Firenze
Tel 349.2394661 e-mail info@art-counselling.it

INFORMAZIONI GENERALI
SEDE DEL CONVEGNO
Antico Spedale del Bigallo
Via del Bigallo e Apparita, 14
Bagno a Ripoli (FI)
055/631538 eventi@anticospedalebigallo.it

QUOTE DI ISCRIZIONE
– Allievi o ex Allievi Istituti Promotori 80 €
– Soci AICo (professionisti o in formazione) 80 €
– Altri 100 €
Le quote comprendono la partecipazione alle attività del convegno, i coffee break e i pranzi del sabato e della domenica
L’aperitivo-cena buffet del sabato sera (ore 19.30-21.00), con serata musicale (ore 21.00), ha un costo di 15€

MODALITÀ DI PAGAMENTO
Le quote devono essere versate presso la FeIG
IBAN: IT36W0335901600100000101691
CAUSALE: [Nome partecipante E Istituto/Associazione di provenienza] – CONVEGNO FEIG 2018
La contabile del bonifico effettuato deve essere spedita all’Istituto di riferimento E alla Segreteria organizzativa info@art-counselling.it

PROGRAMMA

Sabato 22

9.30 – Registrazione
10.00 – Apertura convegno
10.30 – Pausa caffè
11.00 – Prima sessione workshops
Valentina Barlacchi – Dallo spazio del respiro al canto delle polarità, verso un politeismo interiore
Maria Grazia Ceparano – Il vuoto fertile e il mito della cornucopia
Stefano Pericoli – Che intenzioni hanno le tue emozioni?
Alessandra Petrone – L’Assenza
12.30 – Plenaria
13.30 – Pausa pranzo
15.00 – Seconda sessione workshops
Paolo Quattrini – Indifferenza creativa, vuoto fertile e libero arbitrio
Francesca Belforte e Claudio Billi – I “si’” e i “no” della vita: empowerment esistenziale
Pierluca Santoro – La profondità del campo tra figura e sfondo
Valentina Longhi – Dal gesto all’intenzione. Co-creazione della relazione come improvvisazione
16.30 – Pausa
17.00 – Plenaria

19.30 – Aperitivo-cena
20.30 – Spettacolo e DJ Set: Nahawand Quartet (Alessia Anastassopulos – Hani Gergi, Emanuele Le Pera, Valentina Barlacchi) con la partecipazione di Cecilia Gallia. – Dj Set a cura di Hugolini.

Domenica 23

Terza sessione workshops – 10.00
Impermanenza – Emanuele Perelli e Silvia Cioni
La Presenza – Alessandra Petrone
Relazione terapeutica, una nuova relazione: Macarena Diuana
implicazione, complementarietà e creatività
Pausa caffè – 11.30
Quarta sessione workshops – 12.00
L’intenzione della maschera – Tania Pacciani
Pellegrinaggio: viaggio al centro di se’. Partire leggeri – Shobha Arturi
L’importanza dell’umorismo e delle risorse espressive nella terapia della Gestalt – Jorge Villalonga
L’orientamento sensoriale e l’accesso alle risorse – Giuseppe Tomai
Pausa Pranzo – 13.30
Plenaria  – 14.30
Chiusura convegno – 16.30

PRENOTAZIONE OSTELLO BIGALLO
Il Bigallo (www.anticospedalebigallo.it) offre la possibilità di pernottamento per 50 posti letto con le seguenti possibilità di sistemazione. Le tariffe includono la prima colazione e le lenzuola:
– 1 camera matrimoniale con bagno privato € 66,00 a notte – 12 € per l’aggiunta di un 3° letto
-1 camera a 2 letti con bagno privato € 66 a notte
– 1 camera a 3 letti con bagno privato € 78 a notte
– 1 camera con 1 stanza a 2 letti e 1 stanza a 3 letti con bagno privato € 125 a notte
– Posto letto nel dormitorio ( vedi sul sito: camerate e alcove) € 24 a persona a notte Per la prenotazione delle stanze scrivere direttamente al Bigallo
Tel. 055/630907 – ostello@anticospedalebigallo.it
Per chi arrivasse la sera del venerdì è possibile prenotare la cena proposta dall’Ostello: “Pasta time” che comprende un primo piatto abbondante e un bicchiere di vino a 7 €
Trasporti/Passaggi
Per chi avesse bisogno di un passaggio per raggiungere il Bigallo, sarà possibile darsi appuntamento presso la sede di Azioni e Contaminazioni, in Via del Guarlone, 69, zona Firenze sud (dalla Stazione S.M.N. bus n°14 – fermata in Via Aretina-altezza Obi Hall/ Supermercato Esselunga del Gignoro), oppure il bus n°20 da Piazza San Marco (fermata alla Chiesa di Santa Caterina / campetti della Sancat).
Si prega di comunicare agli istituti promotori gli orari previsti di arrivo presso la sede e di partenza dal Bigallo, per poter organizzare i passaggi con l’aiuto anche di altri partecipanti muniti di macchina.
L’antico Spedale del Bigallo
Un antico edificio medievale chiamato L’Antico Spedale del Bigallo dove già dal XII secolo pellegrini viandanti cercarono un rifugio.
Oggi è stato restaurato e dotato dei comfort necessari per garantire, come allora, un rifugio, un’esperienza di viaggio unico, sempre mantenendo la sua caratteristica atmosfera medievale.
All’Ostello del Bigallo, con i suoi 52 posti letti suddivisi in affascinanti dormitori e camere, c’è l’opportunità di soggiornare sulle colline a sud di Firenze, immersi in un contesto naturale unico e strettamente connesso al territorio e alle sue peculiarità e tradizioni.
La cucina del Bigallo
La cucina del Bigallo parte da ingredienti semplici e basilari, perché tutto viene fatto in casa dalle mani esperte dei nostri cuochi: dalla schiacciata alla pasta fresca, dalle quiche salate al pan di spagna. Puntiamo solo su prodotti di qualità e freschissimi ( nessun cibo congelato e in scatola viene utilizzato), perché crediamo che qualsiasi piatto meriti attenzione e cura e diventi una vera portata solo con gli ingredienti migliori. Il tutto viene impreziosito dagli aromi del Bigallo, che crescono nel giardino medievale dell’Antico Spedale del Bigallo, proprio come facevano i primi custodi dello Spedale, che da questo giardino prendevano gli ingredienti per la propria cucina.

SCARICA LA SCHEDA ISCRIZIONE

Prenotati!

 

Validazione

LA TRASFORMAZIONE DEI VINCOLI D’AMORE

Con Fernando De Lucca

13-14 LUGLIO 2019 A FIRENZE

Seminario teorico-esperienziale in cui si discuterà in gruppo le attuali forme della famiglia, dell’amore e delle relazioni sessuali. Si lavorerà con le possibili modalità dell’intervento in clinica.
Questo lavoro propone la relazione tra quattro manifestazioni dell’umano: la sessualità, l’inclusione di diversi orientamenti sessuali, le forme di contatto con i modi in cui la proiezione interferisce in “amore” e la fedeltà ai modelli famigliari-personali dei membri di una relazione d’amore.
La proposta è offerta agli allievi in formazione in Gestalt e a tutti coloro che siano interessati all’argomento.

INFO E COSTI: info@azionicontaminazioni.it

Prenotati!

 

Validazione

APOLLINEO – DIONISIACO

Istituto Gestalt Firenze e Azioni e Contaminazioni
sono felici di invitarvi

Venerdì 15 giugno (15.00-20.00)
Sabato 16 giugno (10.00-15.00)

APOLLINEO – DIONISIACO
La pratica dell’approssimazione come avvicinamento all’altro.
…APOLLO NON POTEVA VIVERE SENZA DIONISO!

Seminario condotto da
G. PAOLO QUATTRINI
psicologo, psicoterapeuta della gestalt
direttore scientifico dell’Istituto Gestalt Firenze
GIANNI CAPITANI
artista, counsellor, direttore Istituto Phenix, Puebla (MX)

Valevole come crediti formativi AICo (10 ore)
Per info e prenotazioni:
valentina.barlacchi@gmail.com — 3492394661

Prenotati!

 

Validazione

PANTA REI TOSCANA

Residenziale di Gestalt

Tenuta Rota in Tornia Casa Rossa – Reggello Firenze

 Dal 5 Settembre (con arrivo il 4 sera) all’8 Settembre

Paolo Quattrini

(psicoterapeuta e direttore dell’Istituto Gestalt Firenze)

Francesca Cantaro

(psicoterapeuta e direttore dell’Istituto Gestalt Milano)

 

  • il costo del corso è € 350  (as usual)

  • il costo dell’alloggio è € 240 comprensivo di alloggio più:  cena del 4 / colazione pranzo e cena del 5 / colazione pranzo e cena del 6 / colazione e pranzo del 7 (il 7 andremo fuori a cena) / colazione e pranzo dell’8

 

i posti sono limitati. sono 19 in tutto. il luogo è l’agriturismo CASA ROSSA a tenuta Tornia,  Leccio di Reggello e qua potete vedere la struttura

http://www.tenutatornia.com/

come fare per iscriversi:

  1. chiedermi se c’è ancora posto e, se si, ….. vedi il punto 2

  2. inviare bonifico di 100 euro a IBAN  IT69I0306938023100000000942 intestato a Tenuta di Rota

  3. Contestualmente  mandatemi a gestalt.milano@gmail.com il vostro nominativo

 

  • nome e cognome

  • indirizzo mail e numero di telefono

  • copia del bonifico effettuato

AICo ore di formazione permanente: 30

per informazioni e iscrizioni:

gestalt.milano@gmail.com

 

 

Le nostre storie, i miti familiari tra sopravvivenza ed esistenza

Costellazioni Familiari Fenomenologiche

Shobha Arturi
Firenze 26 maggio 2018

Il mito è qualcosa che soddisfa bisogni conflittuali e inconciliabili, è un’alzata d’ingegno, meravigliosa, stupenda, un’invenzione pazzesca: invenzione o scoperta non importa, è di fatto un modo per barcamenarsi in mezzo ai nodi dell’anima.
Paolo Quattrini, Le Colonne d’Ercole

La famiglia è una forma di aggregazione che funziona da millenni per garantire la sopravvivenza dei suoi membri e soprattutto dei piccoli umani che nascono e restano così a lungo inermi. Sopravvivenza, innanzitutto, e una certa sicurezza e comodità ci sono assicurate da una forza centripeta che tiene insieme la famiglia, a scapito spesso dell’originalità di ciascun individuo.
Paure, dolori, esperienze traumatiche possono tenere campo e inondare con i loro mandati impliciti le menti ed i cuori di circoli familiari per più generazioni. Questo può ridurre la vita a ruoli rituali, forse rassicuranti, spesso soffocanti e poveri di spinta vitale verso nuove frontiere. Con le Costellazioni Familiari Fenomenologiche è possibile riconoscere ciò che a lungo è restato implicito e cominciare ad apprezzarne il disegno come cosmogonie, come mitologie che ci compenetrano ma non ci obbligano a cieche ripetizioni.
La sfida e l’anelito verso cui tendiamo è vedere in tralice i miti familiari, senza rinunciare ad essi. Anzi, proprio nel vederli apparire davanti a noi, trovare lo spazio per inventare nuove infinite modulazioni del vivere. Scoprendo e inventando il nostro unico modo di esistere.
Shobha G.Arturi laureata in medicina e chirurgia, specializzata in Agopuntura e Psicoterapia della Gestalt. Formata in Costellazioni Familiari, Danza Terapia e come conduttrice di tecniche di meditazione. Docente presso l’Istituto Gestalt di Firenze, l’Istituto Gestalt Romagna e la Scuola di Counselling a Mediazione Artistica Azioni e Contaminazioni di Firenze.
I posti sono limitati, occorre prenotare. Tel 3402298544

 

DAL RICORDO ALLA SCENA

Sabato 19 (10.30-18.30)
Domenica 20 (10.00-18.00) maggio 2018

DAL RICORDO ALLA SCENA
WEEKEND DI SCRITTURA TEATRALE

condotto da
ALESSANDRA BEDINO

attrice di teatro, regista, autrice

Un week end intensivo di scrittura per avvicinarsi alla drammaturgia.
Che cos’è una situazione teatrale? Come si costruisce un dialogo? Come parla un personaggio? Cos’è un’azione teatrale?
Attraverso esercizi guidati di scrittura andremo alla scoperta delle differenze tra narrativa e scrittura teatrale.
Il tema del RICORDO sarà spunto e filo conduttore del lavoro.

È richiesto ai partecipanti: -portare un oggetto significativo e una fotografia personale -un abbigliamento comodo
Alessandra Bedino
Attrice di teatro, regista, speaker, autrice di testi originali rappresentati e di adattamenti di testi letterari per la scena.
Ha lavorato negli anni con compagnie teatrali toscane tra cui: Occupazioni Farsesche, Pupi e Fresedde, Laboratorio Nove, Atto Due, Teatro Metastasio di Prato, Giallo Mare Minimal Teatro, Libera Accademia del Teatro.
È una delle voci de Il Narratore Audiolibri: Mi manchi di Ippolita Avalli; Cime Tempestose di Emily Bronte; La ragazza con la treccia di Dacia Maraini; Stabat Mater di Tiziano Scarpa; Madame Bovary di Gustave Flaubert; L’amante di Lady Chatterley di D. H. Lawrence e altri titoli.
In collaborazione con l’Associazione INTERNO12, crea progetti culturali: Il 16 era di domenica, progetto sulla Liberazione di Arezzo (2014); ASCOLTAMI|audiodocumentari in sala (2014); realizza seminari di teatro: Fallimenti esemplari, sul teatro di Anton Cechov (2016/17); Shakespeare in Fortezza, su Re Lear di Shakespeare, nella Fortezza del Girifalco di Cortona (2016); cicli di letture: Racconti a occhi chiusi, Fortezza del Girifalco di Cortona (giugno 2017).

Il seminario si terrà a Firenze
Garage Performance Studio
via Vincenzo Monti, 1 rosso
Per informazioni e prenotazioni al seminario:

valentina.barlacchi@gmail.com

Prenotati!

 

Validazione


I Dialoghi del corpo – con Graciela Andaluz Faraone

A GIUGNO 2019,

venerdì 21 17-20,

sabato 22 10-20 e

domenica 23 10-18

Firenze.

 

Residenziale Internazionale “I dialoghi del corpo”

 

I sintomi e le malattie portano con se un messaggio su come viviamo ogni giorno la nostra vita, in relazione alle nostre esigenze e come ci prendiamo cura di noi.

La nostra mente (intellettuale) ci limita l’espressione attraverso le credenze che abbiamo appreso in famiglia, nella scuola, ecc. , e che manteniamo fino ad oggi.

Il corpo si esprime attraverso i segnali che ci inviano i sintomi e le malattie, ma ci rendiamo conto che non ci piace quello che sentiamo e non vorremo integrarlo, ma distruggerlo (“odio il mio ginocchio “, ” lotto contro il cancro e vorrei che lo estirpassero “, ecc..”)

In questo modo si crea una polarità in conflitto tra la persona e il sintomo, o tra la persona e l’organo sofferente.

Il metodo del dialogo con gli organi è creato da Adriana Schnake, con l’approccio gestaltico ad orientamento fenomenologico. Consiste nel lavoro delle polarità in conflitto, affinché la persona comprenda esperienzialmente il messaggio che il suo corpo le sta inviando e cosi vivere una esperienza diversa, in relazione con quella parte di sé e che possa integrarla nella sua totalità.

E’ necessario comprendere, rispettare ed amare tutte le nostre parti, per vivere in salute, questo è il compito più difficile, quando sentiamo sofferenza e dolore o di fronte a qualunque sintomo di sofferenza.

Possiamo osservare con questo lavoro come le proiezioni che facciamo agli organi sono

rapportate alle funzioni fisiologiche del organo stesso, spesso si sceglie inconsciamente l’organo che si ammala a secondo di quella funzione che non accettiamo perché la teniamo nell’ombra.

La SALUTE è in un equilibrio bio-psico-socio-mentale e spirituale e molto frequentemente gli aspetti negati o proibiti in un modo o nell’altro si esprimono sempre, perché l’organismo cerca il suo equilibrio.

In questo seminario-residenziale la dottoressa presenta un suo nuovo lavoro di ricerca sul METABOLISMO, che è il modo in cui ognuno di noi gestisce l’energia del proprio corpo e come funziona il secondo cervello che è nell’intestino. La conoscenza del microbiota formato da batteri, funghi, parassiti e virus che abitano il nostro intestino (anche in altre mucose) e come possiamo aiutare il nostro organismo a mantenere un sano equilibrio dall’alimentazione, dalla respirazione e dalle misure per alleviare lo stress.

 

Come consuetudine si darà la possibilità ai partecipanti che vorranno, di lavorare sui conflitti

inter-relazionali: famiglia, coppia, lavoro, ecc.

 

La modalità nella dinamica di gruppo utilizzerà le tecniche del “movimento armonico”, secondo il sistema RIO ABIERTO (Fiume Aperto).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Graciela Andaluz Faraone

 

 

Laureata in Medicina (Università di Buenos Aires 1971). Psicoterapeuta Gestaltica. Fondatrice e

Direttrice della Scuola Canaria di Psicoterapia Gestalt dal 1989 ( http://www.gestaltcanarias.es/).

Membro Onorario AETG 2013. Membro Titolare dal 1982. Didatta e Supervisora.

Direttrice Pedagogica della Formazione Gestalt del Centro Bert Hellinger Uruguay.

Co-Fondatrice, Membro del Direttivo e Docente di Rio Abierto Spagna e Rio Abierto

Internazionale. Trainer e Supervisora i vari Istituti di Psicoterapia Gestalt in Spagna, Italia, Uruguay. Docente IGF ha partecipato in percorsi di formazione in Petraia, Roma e Firenze. Ha partecipato a molteplici eventi internazionali.

 

NUOVA FORMULA PAGAMENTO: si potrà usufruire di una importante riduzione del costo totale di €220, per chi effettui il pagamento anticipato entro il 22 aprile di €150, entro il 15 maggio di €180, dopo questa data si pagherà per il costo totale.

 

  1. IBAN IT72I0760105138250772450788 a nome di Ana Maria Costantini causale Laboratorio “I dialoghi del corpo”. Per l’effettiva iscrizione informare dell’avvenuto pagamento, le iscrizioni si effettueranno fino all’esaurimento del n. previsto.

 

Per valorizzare l’importante lavoro di quest’anno, l’incontro si realizzerà con la forma Residenziale in luogo bellissimo ed accogliente dell’Agriturismo Olistico Congressuale a Pelago Firenze. www.fontallorso.com /Facebook

Il pacchetto proposto è il seguente:

Pensione completa comprende pernottamento e 3 pasti a buffet con menù vegetariano e prevalentemente biologico, con 4/5 portate -cioè un primo, un secondo, 2 contorni, insalata e dolce alla sera.
Il vino non è incluso, sono inclusi nella pensione completa 2 break, a metà mattina e metà pomeriggio con tisane e dolci o salati.

Per chi usufruisce da venerdì pomeriggio e parte la domenica, quindi 2 pensioni complete:
con pernottamento in camera doppia = 140€ + 2 € tassa di soggiorno
con pernottamento in camera tripla e quadrupla = 120 € + 2 € tassa di soggiorno

Per chi usufruisce da sabato mattina e parte la domenica, quindi 1 pensione completa + il pranzo della domenica :

con pernottamento in camera doppia =  85 € + 1 € tassa di soggiorno
con pernottamento in camera tripla e quadrupla = 75 €  + 1 € tassa di soggiorno

Per riservare il posto letto-pacchetto i partecipanti dovranno contattare direttamente l’Agriturismo Fontallorso e per garantire la disponibilità del posto letto va riservato entro i primi di giugno versando una caparra a perdere di 50€.

 

Si chiede un piccolo contributo di co-partecipazione del costo della sala di €10.

 

Si informa che il vitto e l’alloggio sono a carico dei partecipanti.

 

Si consiglia ai partecipanti la lettura del libro “I dialoghi del corpo”. Un approccio olistico alla salute e alla malattia di Adriana Schnake.

 

Per info ed iscrizioni contattare Ana Maria Costantini anamariacostantini@tiscali.it

*39 339 1256173

 

Si certificheranno 22 ore realizzate per la formazione e formazione permanente.

La formazione è accreditata da AICo.

 

L’attività formativa proposta è parte del Corso di Formazione di Counselling per lo Sviluppo e il

Potenziamento dell’Essere sono previsti crediti per la formazione e la formazione permanente AICo.

 

Organizza Ana Maria Costantini con l’Istituto di Consulenze Pedagogiche Firenze.

 

www.ateliergestaltcounselling.it

su facebook: L’Arte di Fare Counselling e Pedagogia. “Atelier Gestalt”

La Gestalt al mare!

Seminario di supervisione e aggiornamento professionale

Condotto da

ANNA R. RAVENNA

Gallipoli, dal 27 (ore 9,00) al 31 (ore 14,00) Agosto 2018 

 per complessive 30 ore di lavoro da distribuire nei 5 giorni

I contenuti proposti:  

·         Com-prendere se stessi per com-prendere l’altro.

·         Relazione dialogica e relazione d’aiuto.

·         Dionisiaco e Apollineo nella esperienza relazionale.

·         Indifferenza creativa e apertura di orizzonti come obiettivi della supervisione.

Per approfondimenti Leggi qui

Il seminario è rivolto alle  persone interessate ad esperienze personali, relazionali e d’aiuto secondo il modello della Gestalt ad indirizzo fenomenologico – esistenziale.

La partecipazione al seminario è riconosciuta dall’AICO come credito per la formazione permanente e dall’Istituto Gestalt Firenze come ore di evoluzione personale/supervisione.

Il costo del seminario (30 h) è di  € 480,00 + IVA (Acconto di € 50 da pagare entro 30 giorni dall’inizio del seminario)

Per allievi ed ex-allievi IGF è prevista una riduzione del 20%;

Si rilascia l’attestato di partecipazione

Il seminario si effettuerà con un minimo di 6 iscrizioni.

La quota comprende 30 h di attività, una vacanza al mare con letti, pentole e fornelli a partire dalla sera del 26 agosto p.v.

Per informazioni e prenotazioni: Istituto Gestalt Firenze s.r.l. –   Cell. 3428379157 – 3332092049 – roma@igf-gestalt.it  – www.igf-gestalt.it

Prenotati!

  • Ti verrà inviata una mail di risposta con la conferma del luogo esatto e dell'ora.

 

Validazione

GRUPPO DI PSICOTERAPIA DELLA GESTALT ATTRAVERSO LA VOCE E IL TEATRO

A PARTIRE DA MARZO 2018 A FIRENZE
IL MERCOLEDÌ (18.00-20.00)

GRUPPO DI
PSICOTERAPIA DELLA GESTALT
ATTRAVERSO LA VOCE E IL TEATRO
condotto da
VALENTINA BARLACCHI
psicologa, psicoterapeuta della gestalt

PRIMO INCONTRO: MERCOLEDÌ 14 MARZO
AMORE, LIBERTÀ E IMMAGINAZIONE

Le polarità in Gestalt
tra caos e creazione del vivere quotidiano

Chi sei tu?

Tu chi sei?
Sei tu chi?
Chi, chi sei tu?

Partendo dall’ascolto del proprio corpo, le tematiche personali verranno lavorate nel gruppo, attraverso l’esplorazione della propria voce e la teatralizzazione di scene del mondo interno. Il gruppo offre un’occasione di lavoro personale in relazione agli altri, con cui poter sperimentare parti nuove di sé, meno abituali.

Prenotazione obbligatoria.
Per informazioni:
valentina.barlacchi@gmail.com — 349 2394661

Prenotati!

 

Validazione