Navigate / search

CAMMINARE, VEDERE, FARE

WORKSHOP CON GIANNI CAPITANI

“Viaggio per conoscere la mia geografia”
Walter Benjamin – The Arcades Project

Sperimentare nuove relazioni con i luoghi e gli abitanti.
Ricerca ludica ed empirica della cittá.
Camminare come forma d’arte.
Recupero della sensibilitá come forma di conoscenza.
Si rilascia l’attestato di partecipazione (valido cone crediti formativi per la Scuola di Arti e Gestalt)

7-8-9 Giugno 2019
Venerdì Ore 14.00 – 20.00

Sabato Ore 10.00 – 20.00

Domenica Ore 10.00 – 20.00

Fondo Arti e Gestalt
Via del Guarlone 67/A – Firenze

Prenotati!

 

Validazione

Il lavoro con i sogni in psicoterapia della Gestalt

Week end intensivo di formazione 

 Beati coloro che si baceranno sempre al di là delle labbra,
varcando il confine del piacere, per cibarsi dei sogni …  ​
A. Merin i
Per Fritz Perls tutte le diverse parti del sogno sono frammenti della nostra personalità. Dato che il nostro scopo è di fare di ognuno di noi una persona sana, una persona integrata, è necessario  rimettere ins ieme i vari frammenti del sogno,  riappropriandoci di quelle parti proiettate  di sé  e del potenziale  nascosto che compare nel sogno .
Nel corso del week-end approfondiremo  quattro metodologie  diverse di lavoro con i sogni,  e grazie alla   modalità teorico-esperienziale  degli incontri tutti i partecipanti potranno  sperimentare nell’immediato  le tecniche apprese.
La formazione si svolgerà a Firenze, presso il “Fondo Arti e Gestalt” in via del Guarlone 67/a
Date e orari
sabato 25 maggio 9:00-13:00 / 14:00-18:00
domenica 26 maggio 9:00- 13:00 / 14:00-18:00
Il costo sarà di 70€, per allievi e ex allievi IGF 50€
I conduttori saranno:
Silvio Oliva, psicologo, psicoterapeuta e formatore IGF
Alessandro Cini, psicologo, psicoterapeuta e formatore IGF

Prenotati!

 

Validazione

Il sogno e il carattere

Con Paolo Quattrini

«La caratteristica più specifica del sogno è l’assenza del rigore razionale, della relazione di causa ed effetto: in un sogno può accadere di tutto e in tutti i modi. Questo succede anche nell’arte visiva: si può dipingere di tutto, in qualunque modo. Malgrado ciò, è riconoscibile lo stile dell’artista, a prescindere dai contenuti dell’opera. In modo analogo nel sogno è riconoscibile lo stile del sognatore.

Guardare un sogno per via fenomenologica permette di evocare il carattere della persona che lo ha sognato, senza naturalmente la certezza razionale che un’operazione meccanica può offrire».

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

ORARI:

Sabato ore 14-20

Domenica ore 9-17

Presso il Vivaio del Malcantone, Via del Malcantone, 15/A. Firenze

INFORMAZIONI:

luisa.lauretta@libero.it

389 9621477

3334591344

Per gli insegnanti la partecipazione al seminario dà diritto all’attestato accreditato dal Miur e valido per tutti gli usi consentiti dalla legge, compreso l’esonero dal servizio.

LA GRAMMATICA DEL GESTO E DELLA PAROLA/ Teatro e Voce nella relazione d’aiuto

Con Valentina Barlacchi

Palestra teorico-pratica di Gestalt a mediazione artistica Teoria e pratica delle quattro grammatiche dell’arte applicate al counselling Ciclo di 4 incontri in cui si affronteranno temi teorici e a cui seguiranno sessioni di lavoro individuale e/o di gruppo condotti dai partecipanti stessi e supervisionati dai conduttori.

  • La Grammatica del corpo. Il corpo nella relazione d’aiuto Shobha Arturi, 8 marzo, 13.30-18.30
  • La Grammatica del gesto e della parola. Teatri di pace e teatri di guerra Valentina Barlacchi, 12 aprile, 14.00-20.00
  • La Grammatica del suono e della voce. Il sogno polifonico Valentina Barlacchi e Pierluca Santoro, 27 settembre, 14.00-20.00
  • La Grammatica della percezione. L’immagine come narrazione di sé Pierluca Santoro, 25 ottobre, 14.00-20.00

Costo: 65 euro/incontro (se prenotazione per tutto il ciclo, totale di 180 euro)

Informazioni e prenotazioni: valentina.barlacchi@gmail.com — 349.2394661

Prenotati!

 

Validazione

INTERNATIONAL GESTALT TRAINING / Teatro e creatività: il pieno e il vuoto

1-5 Maggio 2019 – Firenze

Residenziale di Gestalt Internazionale.

Sessioni di lavoro: il gesto, la parola, il suono e l’immagine

Con:

  • G. Paolo Quattrini – Gestalt Psychotherapist, scientific director IGF (Gestalt Institute of Florence)
  • Valentina Barlacchi – Gestalt psychotherapist, theater and voice therapist (Gestalt Institute of Florence, Azioni e Contaminazioni)
  • Pierluca Santoro – Gestalt psychotherapist, photo-video therapist (Gestalt Institute of Florence, Azioni e Contaminazioni)
  • Shobha Arturi – Gestalt psychotherapist, meditation, dance and body awareness (Florence Gestalt Institute, Azioni e Contaminazioni)
  • Michele Galgani – Gestalt psychotherapist and Psy-Clown

Nell’approccio gestaltico il teatro ha preferibilmente senso etico, ossia di ricerca di qualità dell’esperienza e quindi della vita: la sperimentazione teatrale, permette allo sperimentatore di articolare un linguaggio, in questo caso comportamentale, con cui costruire la sua quotidianità relazionale senza essere limitato dalle coazioni di una comunicazione rimasta a un livello formale e non creativo. Si tratta di una ricerca comportamentale che non è indirizzata alla scoperta di una verità (il comportamento giusto, adatto, sano, ecc.) ma al rivelarsi della fluidità della realtà, che in questo modo appare agli esseri umani come una molteplicità di forme, di cui ognuno può disporre per costruire frasi comportamentali significative ed eventualmente dotate di valore etico e estetico, secondo le intenzioni della persona stessa.

Sessioni di lavoro:

  1. Mercoledì 1 Maggio ore 16.00-20.00
  2. Giovedì 2 Maggio ore 10.00-20.00
  3. Venerdì 3 Maggio ore 10.00-20.00
  4. Sabato 4 Maggio ore 10.00-20.00
  5. Domenica 5 Maggio ore 10.00-14.00

Il corso è gratuito per gli allievi non italiani che avranno da sostenere solo il costo del vitto e dell’alloggio.

Il costo è di 250€. 200€ per soci AiCo e allievi IGF

Valevole come 20 ore di terapia certificata.

Sede del residenziale: Pax Christi. Via Quintole per le rose 131
50023 impruneta (firenze)

Info reperibili sul sito: www.casaperlapace.it

Prenotati!

 

Validazione

LA GRAMMATICA DEL CORPO / Il Corpo nella relazione d’aiuto

FIRENZE 8 MARZO ORE 13.00 – 18.30

Con Shobha Arturi

Palestra teorico-pratica di Gestalt a mediazione artistica

Teoria e pratica delle quattro grammatiche dell’arte applicate al counselling

Ciclo di 4 incontri in cui si affronteranno temi teorici e a cui seguiranno sessioni di lavoro individuale e/o di gruppo condotti dai partecipanti stessi e supervisionati dai conduttori.

  • La Grammatica del corpo. Il corpo nella relazione d’aiuto Shobha Arturi, 8 marzo, 13.30-18.30
  • La Grammatica del gesto e della parola. Teatri di pace e teatri di guerra Valentina Barlacchi, 12 aprile, 14.00-20.00
  • La Grammatica del suono e della voce. Il sogno polifonico Valentina Barlacchi e Pierluca Santoro, 27 settembre, 14.00-20.00
  • La Grammatica della percezione. L’immagine come narrazione di sé Pierluca Santoro, 25 ottobre, 14.00-20.00

Costo: 65 euro/incontro (se prenotazione per tutto il ciclo, totale di 180 euro)

Informazioni e prenotazioni: valentina.barlacchi@gmail.com — 349.2394661

Prenotati!

 

Validazione

L’invisibile – Costellazioni Familiari Fenomenologiche

con Shobha Arturi

Firenze 16 -17 marzo 2019

Il lavoro intenso e delicato con le Costellazioni familiari fenomenologiche ci aiuta a portare in luce l’invisibile nelle reti relazionali presenti e passate. Reti e tele sottili fatte di nodi e snodi, di eventi a volte dimenticati, accantonati, esclusi dalla nostra consapevolezza e che proprio per questo mantengono una carica energetica e una forza condizionante nelle nostre scelte attuali. Come sartie che ci tengono ancorati a percorsi e traiettorie ripetitive.
L’esclusione di eventi, persone o parti interne di noi stessi invischia il flusso del nostro divenire. Le possibilità di creare e inventare e di incontrare e conoscere il mondo dentro e fuori di noi, rimangono così confinate da barriere, tanto evanescenti quanto invalicabili come il cerchio disegnato che teneva prigioniero il bambino Yazide nel racconto di Gurdjieff. Fino a che non affiniamo i sensi e cominciamo a vedere l’invisibile, ciò che sta dietro, lo sfondo anche mitologico per cui la nostra esistenza cessa di essere isolata e solitaria e ripetitiva e diventa essa stessa parte di un mito e creatrice di miti.

Shobha G.Arturi laureata in medicina e chirurgia, specializzata in Agopuntura e Psicoterapia della Gestalt. Formata in Costellazioni Familiari, Danza Terapia e come conduttrice in tecniche di meditazione. Docente presso l’Istituto Gestalt di Firenze, L’Istituto Gestalt Romagna, e il Scuola di Counselling a Mediazione Artistica Azioni e Contaminazioni di Firenze.
I posti sono limitati, occorre prenotare. Tel 3402298544

Gestalt e Teatro con Paolo Quattrini

16-17 febbraio

Gestalt e Teatro

Con Paolo Quattrini

«E’ importante diventare protagonisti delle proprie storie anziché restarne succubi, e quindi comportarsi responsabilmente, cioè assumersi le proprie scelte esistenziali. Le proprie storie sono fatte di comportamenti: la scelta di gesti, di parole e di toni di voce compone vere e proprie architetture. E’ la costruzione che fa tutta la differenza: comportamenti sostanzialmente analoghi ma diversi nel modo di manifestarsi possono avere infatti un risultato molto differente.
Con un comportamento respons-abile si diventa protagonisti della propria storia, nel bene o nel male.
Essere responsabili significa anche realizzare che quanto si fa ha comunque un prezzo: “decidere” viene dal latino “de-caedo”, “taglio via da”, in quanto ogni decisione equivale alla rinuncia a tutto ciò che si lascia da parte. Ma proprio questa rinuncia, come nella regia teatrale, ci rende completamente artefici della nostra esistenza».

Nel corso del seminario i partecipanti avranno l’occasione di sperimentare le basi dell’approccio gestaltico di orientamento fenomenologico esistenziale, in particolare la messa in scena teatrale che offre l’opportunità di fare esperienza di nuovi modi di stare al mondo.

Il seminario è rivolto agli allievi della scuola di teatroterapia e a tutti coloro che desiderano approfondire i temi proposti.

Sabato ore 14-20 / Domenica ore 9-17

Presso il Vivaio del Malcantone, Via del Malcantone, 15/A. Firenze

INFORMAZIONI: 
luisa.lauretta@libero.it 
Cell. 389 9621477

L’immagine dell’evento è di Massimo Modisti, “Senza titolo”, acrilico su tavola, misura 125 x 91 cm, anno 2011. Per gentile concessione dell’Associazione La Nuova Tinaia Onlus di Firenze.

WS CON PILAR OCAMPO – GESTALT E SPIRITUALITA’

GESTALT E SPIRITUALITA’

OLTRE IL VUOTO FERTILE
CON PILAR OCAMPO
 
Fondatrice Centro Gestalt Oaxaca – Mexico
 
Sabato 16 Marzo: dalle 10.00 alle 18.00
Domenica 17 Marzo: dalle 10:00 alle 18:00
 
La spiritualità non è un concetto ma un’esperienza profondamente radicata nella terapia della gestalt; un processo continuo tra terapeuta e cliente. Questo workshop è un’opportunità per esplorare un’intera prospettiva integrata della teoria del campo oltre una definizione limitata.
 
Sede: Koinè – Via Tigrè 77 – 00199 Roma
 
Fermata Libia Metro B1
 
Il prezzo del workshop è :
170 € con inscrizione entro il 15 Febbraio (Tramite acconto di 50 euro )
200 € dopo il 15 Febbraio (sempre tramite acconto di 50 euro)
Per gli ex allievi IGF è previsto uno sconto del 10% su entrambe le soluzioni.
Quota associativa Koinè – Istituto Gestalt Roma 15€
Si rilascia attestato di partecipazione
Per info sui costi e prenotazioni:
 
info@koine-gestalt.it

Prenotati!

 

Validazione

RADICI PER VOLARE / Costellazioni Familiari Fenomenologiche

Gli alberi sono lo sforzo infinito della terra
per parlare al cielo in ascolto.
Rabindranath Tagore

Shobha Arturi

Firenze 12 – 13 gennaio 2019

Le storie che viviamo non sono indipendenti dalle nostre esperienze passate. Esperienze e relazioni a cui più o meno consapevolmente restiamo legati, o perché le riteniamo positive e le vogliamo ripetere, o perché le riteniamo negative e le rifiutiamo e vogliamo evitarle. In entrambi i casi restiamo invischiati in una ripetizione che impedisce alle novità di irrompere nella nostra vita. Poniamo a noi stessi e alle nostre molteplici possibilità limiti che prendiamo per invalicabili, muraglie fatte di fantasmi.
Il lavoro con le Costellazioni Familiari Fenomenologiche può aiutarci a intendere il nostro passato e il nostro presente come opportunità e non come destino. Un lavoro che passa attraverso una comprensione aperta e di cuore di vincoli e leggi non scritte che regolano la nostra vita, rendendo la libertà di scelta attuale e più piena. Possiamo così farci più disponibili agli imprevisti, incontrarli senza troppa paura, inventarci a partire da ora una trama che renda la vita interessante e avvincente, dove gli ostacoli passati e presenti e le aspettative non siano così enormi da lasciarci sconfitti e con l’amaro in bocca.
Le nostre radici da intrecci paralizzanti che ci ancorano a destini già scritti diventano possibilità da cui rami e fioriture sostengono lo spiccare del nostro irripetibile e unico volare.

Shobha G.Arturi laureata in medicina e chirurgia, specializzata in Agopuntura e Psicoterapia della Gestalt. Formata in Costellazioni Familiari, Danza Terapia e come conduttrice in tecniche di meditazione. Docente presso l’Istituto Gestalt di Firenze, L’Istituto Gestalt Romagna, e il Scuola di Counselling a Mediazione Artistica Azioni e Contaminazioni di Firenze.
I posti sono limitati, occorre prenotare. Tel 3402298544