INSIEME A QUESTO SOPRA NELLA THANKYOU PAGE

Navigate / search

La Pratica Filosofica

di G. Paolo Quattrini

Pubblicato sul Numero 21 di INformazione

Lungimiranza e valore: al di là dei confini dell’io, l’esperienza della qualità.

 

Filosofia è scienza della saggezza, conoscenza concettuale di qualcosa che concettuale non è: la saggezza è figlia dell’esperienza, e nell’esperienza la saggezza si articola attraverso il valore. Per secoli la domanda sull’essenza della realtà ha occupato lo spazio filosofico in tutte le sue figure, finchè Kierkgaard non affermò che questa centralità spetta alla domanda sul valore: cosa vale la pena di fare della propria vita? A questo punto si apre il discorso sulla pratica filosofica.

Leggi tutto

INformazione Numero 23 (numero speciale)

INformazione_23_Cover_Mini

È uscito il nuovo numero di INformazione, un “numero speciale”, per forma e contenuti…

EDITORIALE

Questo numero speciale è dedicato ai postulati su cui si appoggia il pensiero che informa la scuola di psicoterapia della Gestalt condotta dall’Igf: dato infatti che, come dimostra il principio di incompletezza di Goedel, nessun sistema di pensiero può appoggiarsi su se stesso, l’approccio gestaltico si riferisce a una base che sta fuori del pensiero stesso, ed è l’esperienza del valore, cioè dell’estetica, dell’etica e della logica, che vengono qui postulati come realtà autonome che prescindono dalle contingenze culturali. Sarà dunque a queste basi che si riferiranno articoli e immagini pubblicate nella rivista. Articoli di tipo più formale – come quello su etica e psicoterapia (Quattrini) e quello sull’arteterapia (Quattrini-Santoro) – e riflessioni più dense di evocazioni – quali l’intervento su Pessoa di Anna Ravenna al Convegno di Lisbona, le riflessioni sul ritardo cognitivo di Federica Ferrari, quelle di Francesca Cantaro sulla parola e quelle di Elena Dragotto sul lavoro personale – si alterneranno a contributi più “artistici” quali quello di Alberto Cecchini (autore delle belle immagini di copertina), Angela Angelastro (poesia) e Marika Bertoni (fotografia). Speriamo che la lettura possa scorrere piacevolmente all’interno di questi percorsi intrecciati, consapevoli del valore fondamentale dell’arte come guida estetica, della psicoterapia come campo dell’etica e del linguaggio più scientifico come tentativo di esprimere una logica funzionale alla comunicazione.

Buona lettura e buone feste!

La redazione

NB Per leggerlo integralmente (e scaricarlo) basta essere registrati, cosa che può essere fatta qui

Ciao Julio

Nei giorni scorsi se n’è andato Julio Mares. Amico, docente e figura di riferimento del nostro Istituto che veniva a trovarci dal Brasile. Non ci sono molte parole per raccontare il nostro dolore che ci ha colto di sorpresa e allora abbiamo deciso di far parlare direttamente lui, prendendo alcune righe dal suo blog in brasiliano.

Ciao Julio.

O poema que transcrevo hoje é de autoria de João Carlos Almeida Peixoto, ex Deputado, “bon vivant” e excelente figura humana de uma das mais tradicionais famílias do Vale. João Carlos como verão a seguir é um poeta de recursos.

CONTEMPLAÇÃO

Amo o sol que ressurge no levante
E acorda a natureza tão fecunda.
Amo da lua o pálido semblante
Que em reflexo de luz a noite inunda.

Amo as flores de modo apaixonante,
Numa contemplação terna e profunda.
Amo também do mar a voz troante
Que ecoa pelo espaço que a circunda.

Amo a saudosa terra em que nasci,
Cercada por penedos milenares,
Como uma fortaleza que já vi.

E sendo um peregrino da esperança,
Amo no céu os trêmulos olhares
Das estrelas que trago na lembrança.