Navigate / search

Counselling

ad indirizzo Fenomenologico-Esistenziale

L’Istituto Gestalt Firenze non organizza direttamente corsi nelle proprie sedi, ma patrocina quelle associazioni che garantiscono gli standard qualitativi previsti dalla legge 4/2013 e in conformità con il codice deontologico dell’AiCo.

Sono aperte le iscrizioni per l’anno 2016 a:

Roma (Morphè/Koinè), Firenze (Azioni e ContaminAzioni), Livorno (Morphè), e Pescara (Morphè)

Alcune professioni hanno a fondamento del loro agire le relazioni con l’altro e questo richiede lo sviluppo e l’integrazione di competenze comunicative ed operative che vanno ben oltre la spontanea attitudine a porsi in relazione che appartiene ad ogni essere umano. Seguendo il principio del ‘aiutare ad aiutarsi’ la formazione propone momenti di evoluzione personale e di addestramento teorico-pratico basati sul modello gestaltico ad orientamento fenomenologico esistenziale. La consapevolezza di sé, l’ascolto attivo, l’accoglienza dell’altro facilitano processi relazionali che sostengono lo sviluppo delle risorse personali e di forme creative di relazione con il proprio mondo interno e con il mondo esterno.
La formazione può essere utilizzata sia come percorso di evoluzione personale, sia come processo di acquisizione di competenze alla relazione d’aiuto da spendere nella propria pratica professionale (assistenti sociali, infermieri, medici, insegnanti, avvocati, psicologi ecc), sia come formazione alla professione di counsellor.

Cos’è il Counselling?
Il Counselling in Italia è una professione, dal Febbraio 2013, sancita dalla legge n.4 del 14/1/2013 recante disposizioni in merito alle professioni non ordinamentate. Professionalità tutt’ora in fase di sviluppo, è orientata al benessere e allo sviluppo delle potenzialità della persona. Il Gestalt Counselling ad orientamento fenomenologico esistenziale si fonda su conoscenze, abilità e atteggiamenti finalizzati all’aiutare il cliente ad aiutare se stesso.
Il Counsellor, avendo completato uno specifico percorso di formazione di almeno mille ore, e in possesso del diploma e e iscritto a relativa associazione professionale è abilitato a svolgere percorsi di counselling a individui, coppie, famiglie, gruppi e organizzazioni.

A chi è rivolto?
Laureati e laureandi in materie psico-sociali, pedagogiche e artistiche e a chiunque nella sua professione operi nel campo della relazione d’aiuto. La formazione può essere utilizzata anche come percorso di evoluzione personale.

La formazione è riconosciuta dal Ministero dello Sviluppo Economico e come Educazione Continua in Medicina – ECM dal Ministero della Salute ; da A.I.Co. Associazione Italiana Counselling; da C.N.C.P. Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti, secondo i rispettivi statuti.