Navigate / search

LA VIOLENZA SUGLI ANIMALI RACCONTA CHI SONO GLI “UOMINI”

Università_Bergamo

21 APRILE 2017

SALA CONFERENZE

in SANT’AGOSTINO

ORE 10.00 – 18.00

“Si può conoscere il cuore di un uomo già dal modo in cui egli tratta gli animali”
Immanuel Kant

Sessione Mattutina

Ore 10.00 Apertura del convegno e saluti istituzionali dell’Università degli Studi di Bergamo

Ore 10.30 Dott.ssa Francesca Sorcinelli
Presidentessa LINK-ITALIA (APS)
Zooantropologia della devianza, correlazione tra maltrattamento su animali e pericolosità sociale

Sessione Pomeridiana
Conduce la Dott.ssa Silvana Bonanni
Università degli Studi di Bergamo

Ore 14.30 Prof. Giuseppe Bertagna – Università degli Studi di Bergamo
Direttore del Dipartimento di Scienze Umane e Sociali

Ore 15.00 Prof. Emilio Gattico – Università degli Studi di Bergamo
Psicologia animale e Psicologia umana

Ore 15.30 Prof. Enrico Giannetto – Università degli Studi di Bergamo
Robert Eisler e l’origine della violenza nel carnivorismo

0re 16.00 Prof. Pietro Barbetta – Università degli Studi di Bergamo
Homo necans. L’animale uomo tra pets e scimmie antropomorfe

Ore 16.30 Prof. Efisio Temporin – Direttore Istituto Gestalt Romagna
L’animale come coterapeuta nella GestaltTerapiaRelazionale

Ore 17.00 Dott.ssa Dagmar Lorenz – Figlia di Konrad Lorenz
Prof. Paolo Quattrini – Fondatore Istituto Gestalt Firenze
Letture e riflessioni su l’etologia riferita a istintivismo e comportamentismo, in connessione con la terapia gestaltica

Le riprese filmate e la fotografia saranno curate dai Dott. Enrico Valtellina e Paolo Pressato
Università degli Studi di Bergamo

La partecipazione al Seminario è riconosciuta ai fini delle ore di formazione
per il tirocinio curricolare dei corsi di studio in Scienze dell’educazione, Scienze Pedagogiche, Scienze Psicologiche.
Non è richiesta l’iscrizione e al termine del seminario verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

Caterina
Reply

Molto interessante, specialmente per chi ha scelto di vivere senza crudeltà (sugli animali) e senza sfruttare creature indifese. Peccato che me lo sono perso …

Leave a comment

name*

email* (not published)

website